linea

Soltanto da uve di qualità
si possono ottenere grandi vini

Attenta conduzione della vigna, nel rispetto del territorio

Siamo fermamente convinti che solo rispettando l’ambiente si possono avere i frutti migliori. Ecco perché pensiamo che l’intervento dell’uomo debba essere minimo e orientato a sostenere gli equilibri già presenti in natura.
Ogni azione si compie inoltre nel rispetto delle tradizioni, al fine di creare continuità tra passato e presente. La saggezza e l’esperienza di chi conosce bene il territorio guidano e ispirano da sempre il nostro stile.

Potatura

Un gesto antico, un lavoro lungo e meticoloso,
svolto in vigna a fine inverno, prima della ripresa
vegetativa della vite.

L’esperienza è fondamentale per capire e
assecondare il portamento di ciascuna pianta,
per conferire la forma più appropriata ai rami e
lasciare le gemme che genereranno la giusta
vegetazione.

La potatura, svolta completamente a mano, è una
fase fondamentale che determinerà la qualità
delle uve perché influenza la capacità produttiva
e l’andamento della maturazione dei grappoli.
Il metodo di allevamento da noi adottato è il guyot.

Gestione sostenibile del verde

Non effettuiamo diserbo chimico nei vigneti.
Da tempo abbiamo adottato uno stile orientato al
rispetto totale dell’ambiente. Secondo la nostra
filosofia l’intervento dell’uomo deve limitarsi a
sostenere la forza generatrice della natura, in cui
ogni elemento ha un suo ruolo e una sua
importanza.

L’erba ha una precisa funzione: le radici,
penetrando nel terreno, lo mantengono morbido e
ossigenato. Inoltre il terreno inerbito non viene
dilavato dall’acqua piovana.

Per favorire ulteriormente l’ossigenazione, ogni
anno rivoltiamo i filari a numero alternato, in modo
da poter comunque accedere agevolmente alla
vigna per le lavorazioni sul campo.

Selezione delle uve

Ogni vite, a seconda del suo vigore, deve poter
concentrare tutta l’energia vitale sui frutti e
portarli a piena maturazione: per questo si
effettuano più passaggi in vigna per esaminare
ogni singola pianta ed effettuare un diradamento
dei grappoli. Ogni vite deve avere un carico d’uva
adeguato, a seconda della sua situazione, in
modo da riuscire a portare a piena maturazione
tutti i grappoli.
Inoltre, durante la fase fenologica, cioè quando
l’uva comincia a cambiare colore, si fa un
ulteriore passaggio di selezione, per eliminare
quei grappoli che risultano più deboli.

Diradamento e selezione sono fatti da mani
esperte, che sanno valutare a colpo d’occhio lo
stato della vite e dei suoi frutti. Grazie a questo
sapiente lavoro arriveranno alla vendemmia solo
grappoli sani e vigorosi.

Un vino di qualità si fa prima di tutto in vigna.

Vendemmia

Da metà settembre fino a fine ottobre, a seconda del grado
di maturazione delle uve e delle condizione atmosferiche,
arriva il tempo della raccolta.
La vendemmia è un rito, una festa che concretizza tutti gli
sforzi compiuti fino a quel momento.
Il momento giusto viene scelto in base alle analisi, alle
condizioni atmosferiche, ma soprattutto grazie alla
valutazione sensoriale condotta in vigna: anche in questa
fase l’esperienza e la sapienza contadina sono
fondamentali.
Una volta iniziata la raccolta, essa viene portata il più
presto possibile a compimento, per evitare rischi di avverse
condizioni meteorologiche.

La nostra vendemmia è esclusivamente manuale.
I grappoli sono posti in cassette da circa 20kg, quantità che
consente di non schiacciare le uve.
La cantina si trova a pochi metri dalla vigne: dopo pochi
minuti le uve arriveranno al tapis roulant che le trasporterà
nei locali di vinificazione.

Vieni a trovarci in cantina

Non solo vino, ma un vero e proprio percorso di conoscenza.
Un’esperienza che inizia in vigna, prosegue in cantina e si conclude con la degustazione dei nostri vini.

Menu